Privacy Policy

Il web non è una giungla: basta seguire (e impostare) le mappe giuste – e il gioco è fatto. Come con Google.

 

Ogni mattina, quando sorge il sole, un imprenditore si sveglia. Sa che molti suoi clienti andranno a cercare sul web il prodotto che vende, ma che forse troveranno quelli della concorrenza.

Ogni mattina, quando sorge il sole, un commerciante si sveglia. Sa che le persone gli telefoneranno per sapere se il negozio aperto, magari rimproverandolo per non aver dato abbastanza informazioni.

Ogni mattina, quando sorge il sole, non importa che tu sia un imprenditore o un commerciante, l’importante è che crei (e aggiorni!) la tua scheda Google MyBusiness.

Come farsi trovare su Google?

Gli strumenti di Google sono tantissimi. Giusto per darvi un’idea: 

Alcuni di questi possono essere utilizzati dalle attività commerciali e delle aziende: alcune per promuovere il proprio business (Google Ads, YouTube), altre per la comunicazione interna (Google Drive, Duo, Hangout, Gmail), altre ancora per raccogliere informazioni e redigere documenti (Google Analytics, Google Trends, Documents). 

Tuttavia, lo strumento essenziale per qualsiasi negozio o azienda è Google My Business. Questa app permette infatti di creare una scheda online della propria attività commerciale (ovvero della propria sede), che verrà mostrata a tutti gli utenti che effettueranno una ricerca relativa alla vostra impresa, ai prodotti o ai servizi che offrite. 

Quando gli utenti cercano su Google attività commerciali o categorie di prodotti, infatti, le schede Google My Business si trovano fra i primi risultati della pagina dei risultati (SERP).

L’utente può così visualizzare le imprese del settore più vicine a lui: questo procedimento si attiva infatti grazie alla geolocalizzazione dei dispositivi (di cui sono dotati tutti gli smartphone). 

A cosa serve una scheda Google My Business?

Attraverso questo strumento di Google, l’azienda potrà:

  • Presidiare il proprio territorio (facendosi trovare dagli utenti nelle vicinanze);
  • Presidiare il proprio mercato (indicizzando il proprio nome tra i risultati di ricerca per una determinata categoria di prodotti);
  • Presentare agli utenti tutte le informazioni di contatto;
  • Raccogliere recensioni da parte degli utenti
  • Presentare visivamente la struttura
In particolare, una scheda Google MyBusiness contiene le seguenti informazioni:

  • Indirizzo dell’attività
  • Numero di telefono
  • Foto principale
  • Settore merceologico
  • Sito web (facoltativo)
  • Galleria fotografica (facoltativo)
  • Indicazioni stradali (generate automaticamente a partire dalla posizione dell’utente).

La scheda di Google My Business ha la stessa funzione di un nodo all’interno di una rete: è il punto di incontro di informazioni, ricerche, indicazioni, immagini e link. Spesso, inoltre, rappresenta il primo contatto del consumatore del consumatore con l’azienda.

E allora (tornando alla metafora iniziale) perché non approfittarne per dormire sereni e svegliarsi ben riposati – quando sorge il sole? 😉 

Per qualsiasi domanda, non esitare a contattarmi.