Privacy Policy

Se i grandi brand fossero delle persone…cosa direbbero? E come?

 

È un gioco molto semplice, e lo faccio non solo per facilitarmi al lavoro. D’altronde, se i grandi brand parlano alle persone, qualcosa di umano bisognerà pur che ce l’abbiano, no?

 

Che tipo di persone direbbero le cose che dicono le grandi aziende nelle loro pubblicità? Sarebbero uomini o donne? Che età avrebbero? Cosa farebbero nella vita? La comunicazione social è una comunicazione tra pari: il modo in cui un brand parla rivela sempre qualcosa del pubblico che viene invitato ad ascoltare.

 

Lufthansa

 

“Quale sarà il mio prossimo viaggio?”. Lufthansa aveva cominciato a pensarci già al ritorno dalla sua vacanza in Islanda. Così ha cominciato a dare un’occhiata a Booking e a spulciare nei profili dei suoi travel blogger preferiti. In fin dei conti è fortunata: lavorando come freelance può decidere (quasi) in autonomia quando prendersi ferie e per quanto tempo. E poi tornare con tantissime foto (la sua passione!) da mostrare ai genitori e ai clienti.

 

“Malaysia? Tibet? Giordania? Non so decidermi…sono tutti stupendi!”

 

Adidas

 

Se passi spesso davanti al campetto da basket del quartiere, ti sarà certamente capitato di vedere Adidas. Appena stacca dal lavoro viene qui a giocare una partita con gli amici di sempre (a volte si ritrovano anche nel weekend, per guardare il football). Negli ultimi tempi sta cercando di mangiare sano e sta pensando di iscriversi in palestra. La sua ragazza vorrebbe passare più tempo con lui, ma sa bene che le passioni sono passioni; e Adidas e lo sport sono inseparabili. 

 

“Se avesse fatto quel passaggio avremmo vinto! Ci scommetto quello che volete!”

 

McDonald

 

Alla fine è successo: è ricominciata la scuola e hanno già iniziato a dare compiti su compiti. È in questi momenti che McDonald’s pensa: “dai, manca poco alla maturità!”. Ha fatto anche un video su Tik Tok per consolare i suoi follower. Ma già gli mancano le serate estive in spiaggia e le mattine passate a dormire fino a tardi! Beh…è finita la pacchia! Ma c’è ancora il sabato sera, dai.

 

“Noooo ma hai visto che figata??? Sto male ahahahah” 

 

Coca Cola

 

Coca Cola è un ragazzo che si sta avvicinando alla trentina a cui piace “giocare” a fare l’hipster. Alterna le feste con gli amici alle serate tranquille a casa e trascorre molto tempo sui social (su Instagram soprattutto). Non è molto soddisfatto del proprio lavoro (diciamo più che altro che non lo fa impazzire), ma in fin dei conti gli va bene così: almeno ha tutti i weekend liberi. E anche venerdì uscirà a cena con quella ragazza conosciuta qualche settimana fa.

 

“Oi ragazzi allora ci vediamo alle 21 domani??”

 

Nestlè

 

Svegliare i bambini, preparare la colazione, vestirli, portali a scuola…bellissimo? Sì, ma anche abbastanza stressante. Poi la piccola è allergica al glutine e il più grande sta cominciando a mangiare troppe merendine ipercaloriche a scuola. Nestlè è abbastanza apprensiva, ma in fin dei conti il suo lavoro part-time le permette di stare più vicina ai figli…che male c’è? Li porta  fare sport e, ogni tanto, li porta in città (soprattutto quando ci sono eventi carini: per questo, il gruppo Facebook del quartiere è davvero utile!). 

 

“Me l’aveva consigliato un’amica…mi trovo davvero benissimo!!!!”